Faraglioni e Faragghiuneddi - Pro loco AciCastello - Acitrezza - riviera dei ciclopi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Faraglioni e Faragghiuneddi

La Riviera > Aci Trezza

I tre faraglioni, che secondo la leggenda furono scagliati dal Ciclope Polifemo contro le navi di Ulisse in fuga, non sono altro che le più splendide rappresentazioni delle prime eruzioni etnee. Si stagliano per diverse decine di metri sul livello del mare e sono il punto di partenza per le battute di pesca degli uccelli che vi stazionano tutto l’anno.
La forma particolare dei faraglioni è dovuta dalla presenza di pillows lave e basalti colonnari che nel faraglione grande
raggiungono dimensioni considerevoli. Proprio sul faraglione grande è presente, fin dal 1954, una statua marmorea della Vergine Maria, opera dello scultore locale Saro Piazza, raggiungibile con una scala in muratura e dal cui piazzale si gode di un panorama mozzafiato.
I faraglioni piccoli (faragghiuneddi in Siciliano) sono delle bellissime formazioni geologiche che si trovano a ridosso della
panoramicissima piazza Turi Ferro sul lungomare dei Ciclopi. Si sono formati nello stesso periodo e nella stessa maniera delle Isole Ciclopi, ma sono di dimensioni ridotte e a ridosso della costa. La particolarità di queste formazioni è, oltre alla presenza dei rari basalti colonnari obliqui , la forma che il vento gli ha dato. Sono stati modellati con delle forme stravaganti ed uniche rendendoli meta ambita dei viaggiatori che, nel XVIII secolo, intraprendevano il Grand Tour.

Grazie a

Scarica l'audio guida
Faraglioni
Faragghiuneddi


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu